Blog

14 settembre 2014
A proposito di Napoli, di Matrix e di Scanzi

Non vorrei far venire meno all'Ottimo Andrea, il nostro amico Andrea Scanzi, le belle ed efficaci certezze della sua prosa assertiva. Secondo Andrea (ieri, su il Fatto) io a Matrix sarei quasi "commissariato" (non so da chi, forse da misteriosi ectoplasmi berlusconiani), e mi rifugerei negli ululati salviniani per far fare buoni ascolti, rinunciando al mio terreno elettivo, "quello della politica".
Ebbene, contrariamente a quello che Andrea scrive, forse senza crederlo (sono assertivo pure io, funziona sempre), la puntata di Matrix di giovedì era una puntata a mio avviso iperpolitica e mi ha dato  soddisfazione enorme, e non solo per l'ascolto. In quella puntata, infatti, fin dall'editoriale (e anche su questo giornale, ora) volevo spiegare almeno due cose, difficilissime da dire, in queste ore e in questo clima. La prima è che paragonare la morte di Davide Bifolco a quella di Stefano Cucchi è una follia: un conto è una vittima che cade in un territorio di guerra, un conto è l'esecuzione di un inerme in carcere (si scandalizzano i garantisti, lo so, ma non posso farci nulla). La seconda è che Napoli (soprattutto per chi ama davvero Napoli, e per chi, come me, ha metà delle sue radici lì) si potrà salvare solo quando si riuscirà  a tracciare una linea di separazione netta – uso le parole di una ragazza che abbiamo intervistato al Rione Traiano – tra "i buoni e i cattivi": quando nessuno potrà dire, come lei, "La Camorra in queste ore è con noi, è al nostro fianco". La legalità potrà tornare solo quando qualcuno, invece di prendere a calci le macchine della polizia per una vittima  delle forze dell'ordine, potrà andare "a urlare davanti alle finestre di Gomorra", anche per uno solo dei trenta innocenti uccisi dai poteri criminali in questi anni. Sono andate a cercarmele, una per una, le immagini di questi funerali, per l'editoriale, e vi do una notizia inquietante: non si trovano. Abbiamo in archivio ore di rivolte di camorra, ma non raccontiamo, o la raccogliamo molto poco – noi, i media – la solitudine delle vittime innocenti di camorra.
 Questo dramma, e questo racconto (compreso quello straordinario dei poliziotti di Napoli, affidato a un meraviglioso servizio di Gaetano Savatteri) caro Andrea, innervavamo tutta la puntata. L'hai sentito quell'agente che raccontava: "Un giorno un gruppo di ragazzi ci ha sparato con i khalashnikov?" Se ti sei distratto mi spiace. Ed era un racconto difficile, se è vero che ancora oggi qualcuno nel web mi insegue con la più stupida delle accuse "Volevi infangare Napoli". Ovviamente – e qui vado al cuore della critica di Andrea – dentro questo racconto ci sono anche forti dosi del sentimento anti-meridionalista  di mezza Italia, a partire da quello evidente di Salvini e di Feltri (entrambi efficacemente contrastati in studio, proprio da un giornalista de Il Fatto come Enrico Fierro). Ci sono perché è un pensiero a volte egemone. Caro Andrea, forse non lo sai: fra le leggi dei cacciatori di ascolti (con l'esclusione – forse – di Santoro) c'è un dogma non scritto secondo cui "del sud non si parla" perché non importa a nessuno. Oppure: Napoli fa crollare le curve. Io, invece, giovedì volevo parlare proprio di quello. E volevo provare a inchiodare il pubblico su questo punto: la ferita che per l'Italia rappresenta il delitto del rione Traiano, il simbolo che incarna. Volevo provare a mettere in discussione gli inganni che accompagnano il racconto di questi giorni. Volevo provare a dire che non si può parlare dell'omicidio Bifolco senza parlare di Camorra (frase del cugino Gianluca durante la diretta: "Dottor Telese, in questo quartiere la camorra non c'è!"). Volevo provare a polemizzare, come ho fatto con il cugino Gianluca, mettendo in discussione questo stereotipo caricaturale della napoletanità, quello secondo cui "Davide è morto perché un pazzo ha sparato"; "Uscire alle due di notte per noi napoletani è normale, perché ci piace vivere e divertirci, e le due sono come mezzogiorno"; "Andare in tre, ma anche in quattro in motorino, per noi non è un crimine ma una moda". Quelli come noi devono immaginare la salvezza della Napoli onesta combattendo questo orribile feticcio clownesco di Napoli, che curiosamente unisce sia Salvini che la famiglia Bifolco, soddisfacendo le aspettative e i bisogni di entrambi.
Da due giorni, per aver detto e messo in scena queste cose – perché la tv è rappresentazione, Andrea, anche tu sei bravino e lo sai – mi piombano insulti sulla testa: qualcuno è andato persino a spulciare su internet, contestandomi il fatto che mio padre sia emigrato da Napoli. Vedi? Tutto torna: tuo padre odiava Napoli, e infatti se n'è andato, e tu come lui. Infatti non hai raccontato nulla di buono di Napoli. Ho risposto due cose, complesse anche quelle: la prima è che mio padre è fuggito da Napoli, in cerca di lavoro, perché l'amava (e l'ama) follemente. E la seconda, che la Napoli onesta, in quel programma c'era: ed erano i racconti bellissimi, struggenti, e pieni di amore, dei suoi poliziotti.

Luca Telese

 

23 commenti »

  1. Complimenti! Ci vuole coraggio anche per essere giornalista.

  2. I blog often and I seriously appreciate your information. This article has
    truly peaked my interest. I’m going to bookmark your
    website and keep checking for new information about once a week.

    I subscribed to your RSS feed as well.

    my blog post :: youtube.Com

  3. Complimenti, non ho visto la trasmissione, non letto la critica di Scanzi, semplicemente quello che scrivi è molto bello.

  4. Oh my goodness! Amazing article dude! Thank you so much,
    However I am going through difficulties with your RSS.
    I don’t understand the reason why I can’t subscribe to it.
    Is there anybody having the same RSS problems?
    Anyone who knows the solution will you kindly respond? Thanks!!

    Visit my webpage A2Z Health Massage Therapy School

  5. Davvero…basta con Scanzi, si sta stancando anche Scanzi di sé stesso.
    Pensa solo ai suoi ridicoli spettacoli dove rende ridicoli grandi artisti purtroppo morti ed alle sue giacche in ecopelle.
    Lasciamolo stare, che si prenda il suo bicchiere di vino con Di Battista.
    Grazie.

  6. Have you ever thought about creating an e-book or guest authoring on other websites?

    I have a blog centered on the same information you discuss and would really
    like to have you share some stories/information. I know my readers
    would appreciate your work. If you’re even remotely interested,
    feel free to shoot me an e mail.

    Here is my site; Fast Massage Therapy School

  7. Hi there to every body, it’s my first go to see of this website;
    this weblog contains remarkable and truly excellent data in support of
    readers.

    my blog: gynexin reviews (http://www.audiophilemania.com)

  8. C’è chi si fa la barra e chi la bara…

  9. Quality articles or reviews is the crucial to attract the people to pay a visit the web page, that’s what
    this website is providing.

  10. It is in point of fact a nice and helpful piece of info.

    I am satisfied that you shared this helpful info with us.
    Please stay us up to date like this. Thanks for sharing.

    my webpage Spider Man Unlimited Hack

  11. We’re a bunch of volunteers and opening a new scheme in our community.
    Your website offered us with valuable info to work on. You’ve performed a formidable
    process and our entire group will be grateful to you.

    Also visit my web blog … los angeles general
    dentist (Kelsey)

  12. Hello! I just wanted to ask if you ever have any issues
    with hackers? My last blog (wordpress) was hacked and I ended
    up losing several weeks of hard work due to no backup.

    Do you have any solutions to protect against hackers?

  13. C’è chi si fa la fessa..e chi la fossa

  14. Usually I do not learn article on blogs, however I wish to say that this write-up very compelled me to check out and do so!
    Your writing taste has been amazed me. Thank you, quite great article.

  15. Hi there, just became aware of your blog through Google,
    and found that it’s truly informative. I’m going to watch out for brussels.
    I’ll be grateful if you continue this in future. Lots of
    people will be benefited from your writing. Cheers!

  16. Hey there! I just wanted to ask if you ever have any problems with hackers?
    My last blog (wordpress) was hacked and I ended up losing many months of hard work due to no back up.
    Do you have any solutions to protect against hackers?

  17. What a data of un-ambiguity and preserveness of precious familiarity regarding unpredicted emotions.

  18. ….lucatelese ….conosci l’apologo del …”negro da cortile”??……No?!… Allora …cercalo e leggilo… Imparerai qualcosa di te stesso….
    … P.S. evita di paragonarti ad Andrea Scanzi ….e’ meglio ….Per te….!!!

  19. La fagnani lo fa a due mani

  20. quando un giornalista non è più libero di scrivere per esprimere ciò che veramente pensa della realtà che lo circonda incomincia a soffrire d’invidia verso quei colleghi che lo possono fare perchè liberi da impacci ed impicci economici e lobbistiche.

  21. Should you be in search of adult porn social signals, then consider shopping
    for our adult social signal package. It really is the most effective approach to get
    larger search engine rankings in google when you are
    a pornography internet site site owner.

  22. I think the admin of this web site is in fact working hard for his web site, for the reason that here every stuff is
    quality based information.

  23. Maintain to keep the art and the origins of animation alive the good work folks! It’s essential that individuals shift together with the instances and recognize how progression enables and advances, but also we know how we got there!

Lascia un commento