Il Fatto Quotidiano

15 marzo 2011
Il Pd è triste? Non è colpa nostra

Dopo che abbiamo anticipato la loro campagna ci hanno chiamato. Se non altro perché interpellato da Il Fatto sul nuovo “chiodo” del Pd (l’ormai celeberrimo “Oltre”) il guru dei creativi italiani, Oliviero Toscani, aveva picchiato duro: “Sono pazzi. Hanno fatto una campagna epitaffica, in bianco e nero, tombale: più che Oltre, direi Oltre-tomba. Il Pd così è morto, e Bersani è il Caro Estinto”. Ecco perché ieri Aldo De Biasi e Salvo Scibilia, la coppia che ha partorito la campagna è venuta a trovarci in redazione, per ribaltare la tesi accusatoria: “Toscani è caduto in una trappola comunicativa. Avevamo previsto e annunciato ai committenti del Pd che sarebbero scattate le parodie. La più prevedibile era questa: ma è una forma di pubblicità indiretta”. Al fianco dei titolari della Abc, per giunta, è intervenuto anche il responsabile comunicazione del Pd, Stefano Di Traglia: “Visto che avete veicolato l’interpretazione critica di Toscani – mi dice – per par condicio, dovete sentire anche quella degli autori”. Per giunta, domenica scorsa, la polemica si è allargata anche ad altri creativi (con una paginata sul Corriere della Sera). Ecco perché l’intervista senza filtri di De Biasi e Scibilia è più di un retroscena, una rivelazione illuminante sulla politica, comunque la si pensi.
In bianco e nero Bersani diventa triste?
Scibilia. Attenzione. La tristezza non è nella scelta dei colori! È il Pd che è triste.
Ma se fosse così, voi lo sottolineate?
De Biasi. In questa campagna non fingiamo. Bersani non vuole apparire artefatto. Esalta i suoi pregi, non nasconde le debolezze.
Quindi se appare funereo non vi preoccupa?
Scibilia. Questa è una minchiata di Toscani! Bersani qui è solido, materico, simpatico e – soprattutto – eroticamente composto.
De Biasi. Scusa: il fatto che si possano fare battute, come per i “chiodi” di Berlusconi, non diminuisce la forza di questa comunicazione!
Quindi per voi non è un tallone d’Achille?
Scibilia. La grande moda è bianco e nero. Armani lo è. Bersani in bianco è nero è elegantissimo: nouvelle vague.
Nella campagna precedente lo slogan era “Per giorni migliori, rimbocchiamoci le maniche”. Qui c’è il passare oltre. Un po’ ve la cercate…
De Biasi. Nel progetto originale “giorni migliori” non c’era.
Che vuol dire?
Scibilia. Ci hanno chiesto di aggiungerli dal partito.
Con chi avete parlato?
De Biasi. All’inizio con Enrico Letta. Poi con Bersani, per un brain storming. Poi con Di Traglia, il nostro referente.
Di chi è l’idea di Oltre?
Scibilia. In qualche modo dello stesso Bersani.
Cioè?
De Biase. C’erano due parole ricorrenti nei suoi discorsi. “Domani” e “Oltre”. Oltre si prestava benissimo.
Perché?
De Biase. “insieme” fa pensare a Casini. Non potevamo usare “Contro” perché…
Scibilia. …Suona negativo: non si prestava a Bersani. La pubblicità va tagliata su misura.
E il colorino verde?
De Biase. È oltre-mare… Scherzo! La verità? Avrei usato un bel rosso pieno. Non ho potuto.
Scibilia. Proibito!
Perché mai?
De Biase. Ce l’hanno detto in tre: politicamente non andava.
Scibilia. È troppo caratterizzato a sinistra. Schiacciava l’anima post-democristiana.
E gli slogan?: perché oltre la crisi ci sono “le imprese”, e non “il lavoro”?
De Biase. Stesso motivo. Anche il lavoro è troppo connotato “a sinistra”. Abbiamo innovato.
Oltre l’egoismo “la mano tesa”, fa pensare al saluto fascista, come ne La collina delle ciliege di Battisti?
Scibilia. Addirittura? Maddài…
“La serietà al governo”, slogan per l’Unione: avevate fatto centro.
De Biasi. Ma anche stavolta! Intanto stiamo parlando solo della nostra campagna…
Non avete osato poco?
De Biasi. Avevamo altri slogan che ci piacevano molto: “Oltre il Bunga bunga c’è l’amore”. Oltre Arcore la diginità delle donne.
Meglio di quelli scelti!
De Biasi. Non per Bersani.
Ahia… Toscani avrebbe sicuramente insistito.
De Biasi. Eehhh… Sai perché ce l’ha con noi? Quando mise le divise insanguinate di Bosnia sui poster Benetton dissi: “È sciacallaggio”. Ma chiedo: tu ricordi una sua campagna recente?
Sì, certo: Anorexia.
Scibilia. Già. Ricordi la campagna. Ma il prodotto ha venduto?
A Bersani serve su misura?
Scibilia. Intanto ha scavalcato Berlusconi nei sondaggi.
De Biase. L’effetto è questo? Ha avuto ragione. Il rimbocchiamoci le maniche – umile, serio, concreto come lui – ha contribuito.

di Luca Telese

Condividi:

 

16 commenti »

  1. il coraggio è OLTRE il PD.. lo scavalca proprio!

  2. No ma…è proprio convincente la difesa di De Biasi, eh. Se è vero che Toscani a volte piscia fuori dal vaso, direi che questa volta ci ha visto proprio giusto. La comunicazione del PD è sempre oltre l’umana concezione, però non è nemmeno il problema principale di questo partito che non sa nemmeno quale direzione prendere. Il cancro che non si riesce proprio ad estirpare sono i leader che la compongono, reduci da una serie infinita di sconfitte ed ancora lì a chiedere voti. Aveva ragione Moretti nel 2002. Era il 2002 ed ancora oggi non è cambiato niente. Che tristezza.

  3. Per favore Telese dimmi che questa intervista te la sei inventata,per favore.Oppure sei nel casting di Zelig e hai scovato due nuovi comici e li stai provando,per favore dimmi che è un falso.Perchè se fosse vera la paginata di pispole che questi due cazzari hanno sparato, la possibilità che Bersani diventi Premier, grazie a questa campagna pubblicitaria,sono le stesse che ha una scimmia di scrivere la Divina Commedia con la macchina da scrivere.

  4. Bah, i conti si faranno poi alla fine. Come dice Scibilia, se il prodotto vende la campagna ha funzionato. D’altra parte una campagna come quelle berlusconiane metterebbe in crisi perfino gli iscritti, figurarsi gli altri.
    Peccato solo per il rosso. Io che non ho la minima nostalgia per il Pci ce l’avrei visto proprio bene, ma fa parte dei pedaggi che ancora si devono pagare a queste c… di anime (sperando che diventino in breve buonanime)

  5. IO AVREI MESSO UNA BELLA FOTO DI RUBY, POI AVREI SCRITTO:

    NOI PRIMA PENSIAMO ALLE COSE SERIE, ………..POI CI DIVERTIAMO !!

  6. Poveracci….

  7. mi sto preparando il cazzo per il i centoquintannni…ho scelto io il 17…perchè ho una FALDA INCANDESCENTE DI 17 CM!!!!!

  8. alla festa dei cinquantanni astenersi vecchie baldracche..ho bisogno di fica vllutata e di calde bocche insaziabili che possano scaldare la mia prorompente cappella.

  9. LA MIA FALDA è pronta ad esplodre tutto il so germe vitale..un magma primitivo che aspoetta di esplodre con violenza inaudita da 150 anni!!!!!

  10. OLTRE LA MORTE ?? SI USA OLTRE SOLO COL TERMINE OLTRTOMBA. PER FORTUNA NEL PD CI SONO TANTI IDIOTI CHE PERDERANNO SEMPRE XCHE SONO SCARSI !!

  11. Una mia lettera pubblicata qualche tempo fa sul blog di Bersani nel tentativo disperato di avere una risposta..

    Caro Bersani ,
    lei è simpatico, ho apprezzato anche alcune sue tiepide autocritiche , dunque nulla di personale in questa mia :

    -ci vuol ben altro per dimostrare che il PD, che è stato per un quindicennio ,nei suoi vertici, casta speculare al berlusconismo, abbia cambiato rotta e davvero voglia vincere e governare il paese .
    Si perchè i casi sono due : o non volete assumervi la responsabilità di governare, oppure siete dei dilettanti della politica (cosa che non parrebbe possibile).
    Non si spiegano altrimenti le confusioni strategiche insite in ogni vostra iniziativa .
    Ne enuncio qualcuna:
    -prima non volevate le elezioni(governo tecnico) poi avete cambiato idea ,
    -prima proponevate le primarie, per decidere giustamente dal basso un leader, poi le avete praticamente abolite .
    -successivamente avete proposto l’alleanza improponibile , se non giusto in caso emergenziale , con Fini e Casini che continuano giustamente a dirvi di no per ragioni ovvie di governo serio.
    -adesso cercate abbocchi con la lega che vi dice anche lei no (in sostanza un fallimento su tutta la linea confusional- strategica)…

    Per le elezioni ancora non avete proposto nulla di credibile,semplice, vero , sincero e condivisibile dal vostro stesso elettorato perchè tutto è il frutto di una costruzione di un ristretto vertice,sempre lo stesso , invece che partire da un radicale rinnovamento di voi stessi ,susseguente ad una autocritica onesta per poi procedere alla realizzazione di un progetto nuovo nato dal basso e partecipato.
    Ora Vendola , sbagliando a mio parere, sembra aver fatto un passo indietro , proponendo una novità : una donna in sua vece come guida della coalizione . Ipotesi subito affossata dai vari vostri capicorrente, mai concordi su nulla .Ora la Bindi dice ovviamente di non volersi candidare.
    In poche parole chi è il leader della vostra coalizione, non è venuto il tempo di svelare l’arcano ? Se non lo sapete neppure voi , che aspettate a fare le primarie? Occorrerà tempo poi per comunicare coi cittadini e guadagnare consensi ,aspettate forse gli ultimi giorni ? Quando è tardi?
    Ma vi rendete conto che in un quindicennio non siete neppure riusciti a mettere in discussione i vostri errori ? Anche un bambino capirebbe che serve semplicemente :
    A- un programma chiaro ,discusso e condiviso con la base ed i cittadini ,
    B-una alleanza chiara per governare ,dunque con gli alleati naturali: Vendola e Di Pietro ( ci sarà tempo dopo per accordi al senato con Casini o al limite la Lega ,non certo ora )
    C-le primarie vanno fatte proprio per questo ed il verdetto va accettato democraticamente ,anche a costo di perdere qualche centrista-conservatore (meglio, soli che mal accompagnati ).
    I sondaggi parrebbero nonostante tutto favorevoli e lo sarebbero di piu’ facendo scelte decise e chiare. Sono convinto che la gente sia talmente stanca che forse anche Vendola e Di Pietro , senza di voi , arriverebbero ad un risultato eclatante. C’è bisogno di speranza e credibilità e voi la state invece ancora tradendo.
    Per vincere comunque non servono certo le cervellotiche e perdenti strategie del passato e di questi giorni (a proposito ma D’Alema non va in pensione?).
    Questo per vincere, ma dubito molto che voi lo vogliate, state facendo di tutto per perdere ancora ,mentre Berlusconi è ancora li’, a dispetto di tutte le vostre strategie cervellotiche ed inconcludenti. Anche qui dei modi ci sarebbero per mandarlo via ma ..davvero volete mandarlo a casa?…

  12. @ Mazzoleni
    Evidentemente, il ruolo di prima donna, terrorizza la sinistra, anche perchè, la loro atavica incapacità a governare, in brevissimo tempo, decreterebbe la loro fine nel firmamento della politica Italiana… Meglio insultare il capace primo attore che sostituirlo mostrandosi attorucoli di infimo ordine. Le comparse, se non altro, qualche soldo lo racimolano, fino a che, la star del momento, fa cassetta…

  13. secondo me il manifesto è bello ed elegante, lo slogan efficace; certo Toscani è abituato a toni e tinte più forti, de gustibus…

  14. che aquile i miei amici del PD
    le studiano apposta le campagne perdenti per far parlare di più su quanto siamo coglioni

    e Toscani e Telese ci son cascati!!!

    vinceremo le elezioni nella città dei Jetsons

  15. certo, se l’italiano medio e’ giorgio delle pugnette, la campagna e’ fallimentare. ma perche’ mettere imprese invece di lavoro? e’ avallare la retorica berlusconiana.

  16. Ma ho capito bene? Tutta la campagna è stata concepita per allontanare l’idea della “sinistra” dal PD…bene, dovrò cercarmi altri riferimenti politici, dunque. :-)

    Grazie per quest’articolo Luca, pensavo solo ad un errore di comnicazione, invece era un errore di proiezione personale, io cercavo la sinistra e non la vedevo, ma non era un errore la comunicazione voleva chiarire un concetto: non c’è sinistra nel PD :-) geniali!

Lascia un commento