Dicono di me

10 settembre 2010
Telese e Costamagna sfideranno Fazio

Enrico Mentana è la gallina dalle uova d'oro per La 7. Ora i vertici dell'emittente di Telecom Italia Media si stanno leccando i baffi in vista della stagione televisiva che sta partendo. In pratica le performance di ascolti di Mentana e del suo tiggì hanno fatto fare salti di gioia ai dirigenti dell'azienda e della concessionaria di pubblicità.
Ve li immaginate Giovanni Stella e Urbano Cairo sfregarsi le mani ogni mattina al resoconto dei dati di ascolto? Addirittura l'a.d. Stella può vantarsi di avere realizzato in due mesi l'obiettivo che qualunque manager sogna: ridurre i costi e raddoppiare gli ascolti. Ma sugli scudi, oltre a Mentana, ci sono finiti anche i due conduttori di In Onda, Luca Telese e Luisella Costamagna, che dopo un avvio in rodaggio (anche perché contro avevano i mondiali di calcio) e una buona seconda fase dove avevano già superato l'obiettivo del 3%, con la scia di Mentana hanno raddoppiato gli ascolti, toccando cifre da capogiro (6-7%) perfino per Lilli Gruber che per tutta la stagione ha condotto il suo Otto e Mezzo ottenendo uno share tra il 3% e il 4%. Anzi, più di qualcuno si sta chiedendo se vale la pena dare tutti quei soldi all'ex Tg1, quando si potrebbe affidare il programma a Telese e Costamagna. Tuttavia In Onda non se ne andrà in ferie fino alla prossima estate, anzi domani chiuderà i battenti per riaprirli appena otto giorni dopo, sabato 18 settembre. Non appena verrà ultimato il nuovo studio che dovrà ospitare sia Otto e mezzo sia In Onda. Telese e Costamagna andranno in onda tutti i week-end e si confronteranno contro Fabio Fazio a Raitre.

Marco Castoro – Italia Oggi

Condividi:

 

21 commenti »

  1. Bella sfida!

  2. Luca, ma perchè ti sei tagliato i baffi ???!!! non ci puoi far niente, Luisella è più bella di te. :-))

  3. IO AVREI SFIDATO I PACCHI, PIU’ CONGRUO

  4. bravi, son contenta,la promozione è meritata.

  5. Ciao Luca,
    in tanti te l’avranno detto ma tant’è…sei proprio BRAVO.
    tra l’altro hai reso più umana la costamagna che è brava, BELLISSIMA, ma ha sempre avuto la tendenza a fare un pò la maestrina prima della classe.
    in bocca al lupo per i prossimi impegni.
    un cuore nero. :)

  6. ciao,sono un tuo discontinuo radio/teleascoltatore :la zanzara (,Cruciani è un mito della radio giornalistica),tetris,in onda, nonchè lettore (ma non ce l’ho fatta a finirlo) di Cuori Neri. Politicamente sono uno di dx scazzato. Apprezzo il tuo equilibrio che ti fa essere meno militante di tanti giornalisti “democratici e indipendenti”,il tuo “in onda” è sicuramente meglio di 8 e1/2,dove ormai la rossa lilly celebra solo la sua presunta superiorità rispetto agli ospiti ,dei quali quasi mai ascolta le risposte dopo aver inutilmente posto le domande. Mi sembra che in qualche modo la tua partner in trasmissione si sforzi inutilmente di imitarla,quanto sarebbe migliore la trasmissione senza la sua inutile e ornamentale presenza. Buon lavoro

  7. Ciao Luca, ti ho seguito su la7. Complimenti per il tuo lavoro, ma volevo fare un appunto puramente estetico: fatti dare meno trucco, il cerone che ti hanno messo era un po’ troppo pesante!

  8. ciao luca complimenti…in onda è davvero un piacere seguirla. Fa sempre riflettere e pensare. buon lavoro a te e tutta la redazione. simona santini

  9. secondo me sei uno dei pochi Giornalisti italiani… e figurati che poco m’importa la tua posizione politica per quanto riesci ad essere neutro o cmq provocatorio trasversalmente.
    Se mai trovassi un po di spazio m’aggiungerebbi volentiererrimamente ;) ma stai a 5000 contatti e nun c’e’ posto!!!
    cmq vada: bella Telè! riesco a guardare solo i tuoi programmi di politica, ormai anche santoro me pare sempre la stessa solfa (forse è la politica italiota ad essere sempre la stessa zozzeriaaaaa!!!)
    belle cose!
    Pu_Pazz@

  10. Salve, le scrivo perchè vedendola e sentendola alla trasmissione In Onda su La7 mi accorgo, stranamente, di quanto sia silenzioso e conseguentemente accondiscendente con gli intervistati. Mi sorprende questa sua veste che non ha nulla a che vedere con quella che porta a “La zanzara” su radio24. Mi piace il Telese giornalista, che pone domande azzeccate e interessanti, è sarcastico, critico e va a fondo nelle questioni e discussioni. Mi pare che su La7 sia molto, troppo contenuto, fa la parte dell’ascoltatore, del mediatore tra le parti e non del giornalista!! Mi sbaglio? Buon lavoro Saluti! Elena

  11. Guardo sempre la trasmissione, come pure la maggior parte degli altri programmi di La7. Mi piacciono. Stasera mi è venuta la curiosità di sapere qualcosa in più su di voi, lei e la Costamagna. Sono rimasta colpita dalla sua collaborazione con Belpietro. In ogni caso sono qui solo per farle sapere che mi il vostro modo di condurre mi piace, si sviluppano spesso ottimi dibattiti e contraddittori (anche adesso ha punzecchiato Gasparri), a volte penso “ah meno male che ha fatto questa domanda…”. Basta non le porto via altro tempo. Complimenti, dunque, anche alla sua collega Costamagna e a tutte le altre de la7, anche a Piroso, (dov’è finito?) gurdavo volentieri anche NDP e il suo TG. Ora continuo a guardare il vostro Tg che rimane il migliore di quelli offerti ma con Mentana mi sembra si sia allineato agli altri. Basta. Cordiali saluti cristiana

  12. Caro Luca ho visto la trasmissione che vedeva la presenza di De Michelis il quale si è lasciato andare all’affermazione che:
    Grazie all’abolizione della scala mobile del 1985 si sarebbe evitatato che il debito pubblico assumesse proporzioni ancora più grandi di quelle che poi ha avuto.
    Nessuno nello studio gli è venuto da chiedergli di motivare una affermazione così palesemente falsa in quanto anche i bambini sanno che il debito pubblico è stato determinato in parte dalle ruberie fatte dai partiti di governo dell’epoca e in parte dalla dilatazionedei dipendenti pubblici operata da psi e dc che hanno inserito tutti i loro accoliti.
    Al contrario l’abolizione della scala mobile ha contribuito a far si che i lavoratori italiani siano tra i più poveri d’europa con forte detrimento della domanda interna.Sentire questi sepolcri imbiancati spargere menzogne senza che nessuno li contraddisca credimi, non è stato bello,pur rimanendo alta la stima che ho nei tuoi confronti seguendoti spesso per quello che scrivi sul FATTO.

  13. LUCA mi aspettavo in prima pagina del Fatto di oggi domenica un feroce commento alle parole di Brunetta : Napoli e Caserta sono il cancro dell’Italia. non ha detto la camorra ha detto proprio Napoli e Caserta

  14. Evviva!!!! Ve la meritate tutta la continuazione…Sarò in prima fila!

  15. Caro Luca,
    complimenti per la “promozione”, spero però che troviate un miglior equilibrio perché la Costamagna, pur bella e brava, è un po’ troppo prezzemolina e pretende sempre di avere la parola, talvolta senza avere così tanto di intelligente da dire. In ogni caso vi seguirò. In bocca al lupo.

  16. una gran bella notizia. finalmente due giornalisti bravi non servili.ve meritate tutto il successo che avete avuto. bravi, bravi.in bocca al lupo

  17. Ho notato con estremo interesse i cambiamenti de
    La7. Prima con il v/s programma poi con l’arrivo di Mentana al TG. Forse qualche dirigente si sta rendendo conto che la FAZIOSITA’ di certi programmi alla finfine non paga? Ti aspettiamo coninteresse e simpatia.

  18. Da quando è tornata la Gruber dopo il Tg cambiio canale…..
    In onda era molto più gradevole.

  19. caro Luca puoi gira questa mail alla Costamagna ? grazie non riesco a trovare la sua mail. puoi leggerla interessa anche te. Grazie .
    Gentilissima Dottoressa Luisella Costamagna, Le faccio i miei complimenti però, mi scusi, ma spesso è un pò troppo prepotente nel comquistare i suoi spazi togliendo la parola al suo bravissimo collega Luca Telese, che molto educatamente la lascia fare. forse si dovrebbero decidere prima i tempi e i modi della conduzione e soprattutto rispettarli, Mi spiace doverle dire questo però è quello che appare agli occhi dei telespettatori.
    grazie e un cordiale salulto
    Maria Traficante

  20. Una premessa indispensabile: ho 69 anni ed ho perso mio padre a 3, Manfredo Bertini, medaglia d’oro al v.m., partigiano di giustizia e libertà e per questo molto trascurato, soprattutto dall’Anpi che sul suo sito uffciale addirittura scrive che fu passato per le armi, dai tedeschi, mentre mio padre, ferito si suicidò per i motivi indicati nella motivazione dell’onorificenza. Sono stato educato da mio nonno, socialista ed antifascita, ma non stalinista. Non seguivo la tv da anni sino all’ingresso di Mentana alla Sette aspettandomi servizi abbastanza obiettivi e non faziosi tipo Porta a porta o Annozero, per me offese all’intelligenza dell’utente, ma sono rimasto deluso perché per comportamento la signora Costamagna non é seconda per maleducazione ed arroganza ai Belpietro, Salustri,ecc. Non é educato interrompere, specie se si é il padrone dicasa, chi parla, impedendo all’interlocutore di terminare la frase. E questo la Costamagna quasi sempre nei confronti dei berlusconiani. Tra Lei e Belpietro non vedo differenze comportamentali: faziosità da una parte, servilismo, forse, dall’altra.Sia chiaro che ritengo Berlusconi il peggior danno accadutoci. Tutti gli intervistati del PDL vantano che B ha il consenso della maggioranza degli italiani o meglio “italioti” come definiti da Toscani. Credo che anche Mussolini godesse del favore della maggioranza degli italiani. Ai miei tempi, la donna di servizio per i nonni era la “serva” oggi si definisce “colf”, l’operatore ecologico era lo spazzino, oggi si addolcisce il termine ma la sostanza resta la stessa. La serva leggeva grand’hotel o bolero; una sana democrazia avrebbe dovuto far crescere il livello culturale, ed invece oggi la signora, intendo per signora la donna ricca o APPARENTEMENTE ricca, perché oggi ciò che importa é aparire, non essere, legge Chi diretto da un certo Signorini spesso in TV come opinion leader.Termino con una tragica considerazione: nell’Italia di oggi la cultura é considerata un nemico e l’educazione un brutto vizio da far dimenticare

    rimangisperando in un

  21. Davvero ottimi programmi di informazione, l’arrivo di Mentana è un fatto notevole che ha portato un telegiornale che mancava nell’informazione televisiva.
    una osservazione critica, la indirizzo a Luisella Costamagna, mugugna, sottolinea con “rumorini” il pensiero dei suoi interlocutori, fa fomande lunghissime tutta protesa ad esporre il suo pensiero e non ritiene assolutamente interessante la risposta dei partecipanti ai dibattiti.
    personalmente sento il bisogno di un giornalismo che informi, non che manipoli il pensiero.
    Forse la Costamagna è troppo compresa nel suo personaggio, ma dovrebbe, da conduttrice,
    rispettare comunque e sempre il pensiero altrui.
    Siamo tutti abbastanza grandi, (mi riferisco ai telespettatori della 7) e capaci di trarre le conclusioni sui vari argomenti trattati.
    Mi dispiace, da donna, criticare una donna, ma la prego si contenga, non offre un buon servizio all’informazione, da donna di sinistra la giudico faziosa e arrogante.
    Luca Telese è molto accorto e rispettoso e soprattutto molto colto.
    Si faccia sentire di più.

Lascia un commento


media-sms.net