Blog

15 ottobre 2008
Vespa-Telese a Faccia a Faccia

Questa mattina, Bruno Vespa, era ospite di Faccia a Faccia, su Radio tre, intervistato dal giornalista di turno, Luca Telese del "Giornale". Parlava del suo libro, "Viaggio in un Italia diversa", ma ha parlato di tutto: il giornalismo, i soldi, Berlusconi, i suoi rapporti con il potere. Ecco alcuni stralci del suo botta e risposta.

1 – IL POTERE? UNA BUFALA
Buongiorno a tutti. Qui al mio fianco c’e’ Bruno Vespa quello che viene definito il piu’ potente dei giornalisti italiani..
"E’ una bufala. Una bufala, bufala assoluta, direi".

Beh, quando anche Andreotti dice che Porta a Porta e’ la terza Camera della Repubblica.
"Andreotti ha fatto questo calcolo: fatto uno il riscontro che lui ottiene quando parla al Senato, quell’uno diventa sedici quando va a parlare a Porta a Porta. Questo non c’entra niente con il potere".

Ah, questa non e’ potenza?
"Il mio potere si limita a trovare posto a teatro e al ristorante, eh, eh.".

E si trova?
"Si trova si trova. debbo dire che difficilmente mi dicono di no".

2 – LA CARRIERA. "HO STRAVINTO UN CONCORSO RAI, I RACCOMANDATI MI VOLEVANO FREGARE IL POSTO"
Confesso. Ho grande invidia per la tua capacita’ di tempestare i venditori, tu fai rimproveri del tipo: a Pescasseroli avete venduto due copie meno dell’anno scorso, il magazzino provinciale di Arezzo e’ senza rifornimenti, ho fatto un presentazione e non c’erano le copie..
"Noooh, non e’ possibile.. Non e; vero".

Non negare, l’hai detto alla convention in Spagna, so tutto.
"Si, ma poi le leggende si alimentano".

Cosa c’e’ di vero?
"Che io sono molto un appassionato di distribuzione. A sedici anni scrivevo e rubavo uno strillone alla concorrenza. Non ha senso scrivere una cosa, se poi nessuno se la legge. Certo, se poi il libro fa schifo.".

A sedici anni, appena entrato, gia’ pensavi alla diffusione del Tempo?
"Assolutamente. Questa passione mi e’ rimasta. Non ho sempre venduto trecentomila copie, ho cominciato quando nessuno ci credeva".
L’isola dei Famosi 6

Uhm.
"Si’! Il primo libro non me lo volevano nemmeno pubblicare. Ma senza averlo letto: perche’ c’era la leggenda che quelli della tv fossero semi analfabeti e non sapessero scrivere. Per l’amor di dio, qualche bagno la Mondadori l’aveva preso".

Da chi?
"Da qualcuno.."

E’ vera la leggenda sulle tue origini, che tu hai avuto una raccomandazione di un politico democristiano?
"No, tesoro mio, non e’ vero."

L’ha scritto Bernabei nel suo libro "L’uomo di fiducia".
"No, nonnonono’!"

Come no, si’.
"Lo ha smentito nella seconda edizione".

Mi hai fregato sulla seconda edizione: quella non ce l’ho.
"Ehhh.."

Non ci sarebbe nulla di male.
"Io ho stravinto un concorso. Allora scusami, io mi incazzo! Io ho stravinto un concorso, arrivando primo alle selezioni e primo al concorso! Dopodiche’, il secondo e il terzo, che erano raccomandati, mi volevano fottere il posto in televisione!".

Ti volevano spedire alla radio?
"Si perche’ il direttore della radio si arrabbio’ disse: se voi vi prendete il secondo e il terzo, io mi prendo il primo! Allora io telefonai a Lorenzo Natali, deputato dell’Aquila e amico di Bernabei, Natali telefono’ a Bernabei e Bernabei mi mantenne il posto che mi ero guadagnato sul campo".

E’ stata una garanzia?
"Un posto che nessuno dei miei colleghi – festeggiamo adesso i miei quarant’anni – non ha mai messo in dubbio".

Difficile.
"Non solo! Anzi, mi ricordo che, quando fu letta la classifica, ci fu un applauso"

Cavolo.
"Come sai non succede mai".

Per carita’ siamo molto astiosi e invidiosi.
"Capito?"

Lo dicevo perche’ il fatto di avere avuto una segnalazioni, se tu dici che e’ cosi’..
"No, non e’ che io lo lo dico. E’ cosi’"
L’isola dei Famosi 6

Quindi Berbabei ha corretto.
"Esattamente".

3 – LA POLITICA. "NON DIRO’ MAI CHI VOTO"…
Una mail Le chiede: Vespa, ci dice per chi ha votato alle ultime elezioni?
Mai! Non lo sa nemmeno mia moglie"

Uhhhh.
"E’ cosi’".

Pero’ lei e’ in un gabinetto del governo Belrusconi
"Lo e’ stata anche nel governo Prodi!".

Perfetto, touche’. Pero’ si vede che siete. "bipolari"
"No, no, guarda: non e’ che siamo bipolari! Evidentemente non la disistimavano, e quindi l’hanno confermata. Ma al di la’ di questo c’e’ una gara con mio figlio che va avanti da secoli, anche lui cerca di capire per chi ho votato, e non ci riesce".

Qualche sospetto ce l’avra’.
"Si, un sospetto. Ma lascia perdere".

Pensera’ che hai votato per il centrodestra.
"Dipende: poi le cose sono variate da un’elezione all’altra".

Pero’ una volta dicesti che la Dc  era il tuo "editore di riferimento"…
"Di Raiuno! Come il Pci lo era di Raitre e il Psi di Raidue!".

E adesso chi e’ il tuo editore di riferimento?
"Guarda, l’editore di riferimento della Rai e’ sempre chi sta al governo, perche’ ha la maggioranza di governo, perche’ nomina la commissione di Vigilanza, perche’ di fatto ha una voce sul consiglio di amministrazione.. Che a sua volta nomina i direttori".

E quindi sarebbe corretto dire che il tuo direttore di riferimento e’ Berlusconi?
"Non solo il mio, tesoro. Il tuo! Il nostro! Visto che qui siamo in una radio pubblica. Il tuo, il mio, il loro. quelli che decideranno chi saranno gli editori di questa baracca, sono quelli della maggioranza di governo!".

Pero’ non ti devi arrabbiare. E’ solo una domanda, mica e’ offensiva.
"Enno’, tu lo dici come se fossi nato sotto una foglia di una cavolo, chi sei Biancaneve? E’ anche il Tuo editore di riferimento. E tu nei hai di piu’., perche’ tu sei. tu sei."

Per me lo e’ due volte, perche’ lavoro a Il Giornale, se vuoi dire questo.
"Ma quello non c’entra perche’ e’ un giornale privato".

Io direi che se le cose si sanno e’ meglio: dillo.
"Ma perche’, e’ nascosto questo? chi li nomina, scusa, i consiglieri di amministrazione?".

4 – IL MESTIERE. "CREDO CHE LE INCHIESTE DEL MIO LIBRO DOVREBBERO ESSERE UN MODELLO"

Un giornalista per te deve tendere piu’ al potere o all’antipotere?
"Un giornalista deve secondo me, poi, per carita’ mettermi come esempio mi pare addirittura ridicolo. ma ecco, l’inchiesta di questo mio libro e’ quello che deve fare un giornalista"

Ah.
"Cioe’, io non credo che chi sta al potere tante cose che ho scritto gli facciano piacere, come vedere a Porta a porta la signora disperata che non sa come andare avanti.. Quella pero’ e’ l’Italia, credo che un potere serio si giovi anche di questo".

5 – LA CONCORRENZA. "EMILIO E’ BASSO, PORTAVA I COMPAGNI DI POKER NELLA NOSTRA STANZA. MA NON VOGLIO PARLAR MALE DEI COLLEGHI ANZIANI"

Oggi Fede A La Stampa e rivela due aneddoti. Ci deve essere una rivalita’ pazzesca tra voi, o no?
"No."

Dice: ‘Quando Berlusconi l’ha chiamato  ‘Caro Fede’, Vespa era imbarazzato, gesticolava, non e’ stato carino con me. perde spesso di vista il dibattito e il suo pubblico scappa
"Ehh.".

Una cattiveria micidiale. Primo perche’ era piu’ imbarazzato di te, quel giorno….
"Eh, eh, eh.".

Di cosa ridi?
"Sono stato sei anni compagno di stanza di Emilio Fede, posso scrivere un intero libro, ragazzi!"

Capirai che stanza! Diciamo una bella cattiveria, allora.
"Ma che cattiverie, i colleghi piu’ anziani vanno sempre rispettati".

Ma questa e’ gia’ una cattiveria.
"No, nonononono’".

Lui dice che il tuo pubblico scappa.
"Augurerei a Emilio di avere, anche per un solo giorno, i miei ascolti".

Mi ha incuriosito. Lui dice di te: Ci somigliamo fisicamente, spesso al Tg ci scambiavano l’uno per l’altro.
"Di questo sono lusingato perche’ Emilio e’ bello".

A-aah.
"Stai scherzando?"

E’ la cattiveria che mancava.
"Massi’, perche’ lui e’ basso. Ma tutti gli attori di Hollywood lo sono. Perche’, se dico che Berlusconi e’ basso e’ una cattiveria? Emilio non e’ alto, ma anche al Pacino, anche De Niro, anche Richard Gere".

Non e’ finita. Dice: lui economicamente e’ miliardario e io no.
"Diciamo che lui non va all’emporio della Caritas?"

Pero’ ha la passione del gioco
"No, Emilio e’ uno dei pochi che al gioco vince. Mi ricordo che faceva le riunioni con i compagni di poker nella mia, nella nostra stanza, ragazzi erano cose da film!".

6 – I SOLDI. "IO MILIARDARIO? MA VA’. SCRIVO PER NON ANNOIARMI E FACCO UNA VITA CONFORTEVOLE"
Nel libro scrivi che ogni bambino rom costa seimila euro al Comune di Roma, ma anche tu hai il tuo costo e il tuo guiderdone, guadagni un milione di euro all’anno…
"Quello che il mercato mi assegna".

Per carita’ . Non contestavo, invidiavo. Ma sta sempre a lavorare, a sfornare libri.
"Per carita’, io mi godo la vita tranquillamente. Da vent’anni faccio le vacanze in barca con i soliti amici. A una certa ora uno gioca a sudoku, un altro a carte, e io scrivo. Mi annoio a fare qualunque cosa, dopo un’ora smetto. Salgo, leggo un libro e scrivo".

Pero’ cosa ci si fa quando si e’ cosi’ ricchi e si va a botte di un milione di euro l’anno?
Dovresti domandarlo a Berlusconi adesso ti faccio il numero di Berlusconi e glielo chiedi".

No, lo chiedo a te. Non e’ una domanda cattiva.
"Beh, insomma. Faccio una vita molto confortevole" .

Un ascoltatore ci scrive ironico: "Come siete simpatici. Scrivete entrambi per Mondadori, non potete andare a lavorare a Mediaset? Se devo rispondere io, dico che c’ anche Casarini. Ma Telese, Vespa e Casarini non hanno nulla in comune.
"C’e’ anche la direttrice de l’Unita’ alla Mondadori!. Ma io sono orgoglioso di essere tra i pochi che danno una paghetta a Silvio Berlusconi".

Addirittura una paghetta a Berlusconi? Dai…
Nonono’! E’ cosi’. Quando lo vedo, lui mi chiede come va il libro Vespa? E io a lui: ‘Per me bene. Per lei benissimo’".

Ultime due domande. Che ti pare di Andriea Michelozzi?
"Michelozzi? E chi e’?"

E’ il Vespa di Youdem tv, la nuova tv del Pd.
"Non l’ho visto. Ma lunga vita a loro, come a tutte le iniziative editoriali".

7 – IL CONTRADDITORIO: "DA ME C’E’ SEMPRE. SE NON LA FANNO GLI ALTRI, LA SECONDA DOMANDA LA FACCIO IO"
Ultima domanda. Il mio sogno e’ vedere un Porta a Porta dove Veltroni e Berlusconi si trovano davanti giornalisti cazzutissimi che sparano trenta domande ostili. Perche’ i politici si possono sempre scegliere la controparte?
"Ma anche nei dibatitti americani sono d’accordo su chi e’ il conduttore come oggi nel duello fra Obanma e McCain. non e’ che il giornalista li’ lo porta la cicogna!".

Pero’ molte puntate di Porta a Porta, e di molti altri talk, ci sono interi monologhi e non c’e’ verso di sentire una domanda.
"Monologhi non se ne fanno piu’ da quando Berlusconi ha perso il vizio perche’ ha capito che non gli giovavano. E devo dirti, pero’ che essendo venuti da me direttori di tutti i giornali.. Hai mai visto la seconda domanda fatta a un politico italiano?

"Intendi dire la domanda sulla replica?
Siiii, molte volte. A porta a porta, quando non la fanno altri, arriva da parte mia".

 

9 commenti »

  1. cioè dietro you dem c’è michelozzi del digitale, di media shopping???

    grazie telese…

  2. be’, michelozzi mi pare qualcosina in più di “quello di media shopping” che oltretutto si è comprata la frequenze della cui rete lo stesso michelozzi era direttore ben prima…

  3. hai ragione gianvito, io conosco professionalmente michelozzi, e so la sua stoffa di giornalista…era per collegarlo a dei precedenti storici, di chiusura di certe frequenze come rete mia (poi molto poi mediashopping) che facevano informazione libera, chiuse per colpa del decreto frequenze. Da un giorno all’altro…

  4. Certo è che è Interessante un’intervista fatta da Luca Telese a Bruno Vespa. Un giornalista de Il Giornale che intervista qualcuno che casualmente ha una rubrica fissa su Panorama. Il Giornale e Panorama, entrambi di proprieta del satrapo d’Arcore. Ma la cosa che adira di più non è questa. Ma è un’altra: avete fatto entrambi un uso criminoso del servizio pubblico.

  5. Well, it is great, however what about the other choices we have here? Do you mind writing a further post about all of them also? Cheers!

  6. Wonderful beat ! I would like to apprentice while you amend your website, how can i subscribe for a weblog web site? The account helped me a applicable deal. I had been a little bit acquainted of this your broadcast provided bright transparent concept

  7. I want to voice my gratitude for your kind-heartedness supporting all those that absolutely need guidance on that niche. Your real dedication to getting the message around turned out to be amazingly informative and has constantly made most people just like me to get to their endeavors. Your entire important guidelines means much a person like me and a whole lot more to my office workers. Thanks a lot; from each one of us.

  8. i enjoy this post a lot. ill be coming backfor future readsthanks.

  9. There is nо need to say that this lookѕ really funny?
    If thе movie οne wishes to watch is still copyrighted
    then thee is Laird Hamilton. This time, Wong Feі Hung aаs he welcomes back his
    aunt, whho arriѵes from Amerіca, now completely westerniѕed.

    Check out my web-site: pyim hay; iphoneringtone.com,

Lascia un commento