Dicono di me

22 Febbraio 2008
Gli incastri di Tetris per giocare alla politica


Con la campagna elettorale all’insegna della novità a tutti i costi, Luca elese nuota decisamente nel suo elemento, che è l’informazione politica fresca di corridoio ed i retroscena che ne conseguono. Ingredienti principali di etri (La7, questa sera alle 23.50), il surrealit -sho prodotto da ilder (la stessa delle serie utta uori e ori ) dove oggi l’ospite d’onore è austo Bertinotti, candidato premier per la inistra Arcobaleno. Ma l’approccio del programma è talmente trasversale, atipico direi, nel panorama dei palinsesti di seconda serata avanzata, che dal dibattito con l’organizzatrice delle Olimpiadi torinesi Evelina Christillin ed i giornalisti Luisella Costamagna e Marco amilano, è lecito attendersi sorprese. Almeno quelle che riserva solitamente un appuntamento televisivo sospeso fra tribuna politica e intrattenimento, provocazione d’attualità e gioco vero e proprio. ra il pubblico c’è sempre qualcuno che fa domande scomode ai presenti, la rubrica la fonte avvelenata presenta le indiscrezioni dei politici inquadrati di spalle e resi irriconoscibili, la toriella d’Italia a fumetti di Emanuele ucecchi stasera tratterà di Bertinotti, ma non certo per spianargli la strada. La grande metafora del momento poi, verrà rappresentata da U e Jantsch, artista austriaco che in studio aprirà un’eco-balla di rifiuti freschi per farne arte contemporanea. ecisamente meglio da solo, Luca elese, che nella tv giurassica di Moncalvo. Eccede forse concentrando il numero degli ospiti etri , ma è l’usanza di questi anni affollati. Quanto a Bertinotti, si aspetti almeno uno schevzo dei suoi.

Da “EPolis” – 22 febbraio 2008

Condividi:

 

Lascia un commento